4 gennaio

Il primo nome del martirologio relativo alla giornata odierna è quello della Beata Angela da Foligno.

Nata (ovviamente) a Foligno nel 1248 da buona famiglia, dopo il matrimonio condusse una vita piena di mondanità e sregolatezze, fino a che non si convertì e divenne terziaria francescana; dopo la morte del marito e dei figli si diede completamente a Dio ed alla penitenza e nel 1291 salì a capo di un grande gruppo di terziari maschi e femmine: il Terzo Ordine Francescano. Su richiesta del suo confessore fra' Arnaldo, Angela gli dettò un memoriale delle sue visioni di estasi, nelle quali si rivela come una delle più grandi fra le mistiche.

Questa autobiografia spirituale mostra i trenta passi che l'anima compie raggiungendo l'intima comunione con Dio, attraverso la meditazione dei misteri di Cristo, l'Eucaristia, tentazioni e penitenze. Il Memoriale rappresenta la prima sezione di quello che noi conosciamo come il Liber, uscito in edizione critica a cura di Thier e Calufetti nel 1985. La seconda parte, nota come Instructiones, contiene invece documenti religiosi di vari tipo curati da diversi (ignoti) redattori, tra cui le lettere che Angela spediva ai suoi figli spirituali.

Il suo culto fu confermato nel 1693 da papa Innocenzo XII e canonizzata da Papa Francesco il 9 ottobre 2013.

Oltre alla Beata Angela da Foligno, oggi si ricordano i Santi Ermete e Caio, San Ferreolo di Uzès, San Rigoberto di Reims, San Rigomero, Sant'Abruncolo, Santa Dafrosa di Roma e Santa Farailde di Gand.

In molti ricorderanno il simpaticissimo volto di Corrado in TV, specialmente per la sua conduzione de La Corrida.

Oggi 4 gennaio di cinquantadue anni fa, nel 1968, sempre Corrado, con l'orchestra diretta dallo storico maestro Roberto Pregadìo, inaugura l'omonima trasmissione radiofonica di dilettanti allo sbaraglio. La regia era affidata al fratello di Corrado, Riccardo Mantoni.

Create Account



Log In Your Account