18 febbraio

Una prima riga di tutto rispetto, è quella che riporta il nome dei santi oggi commemorati. Si comincia con il Beato Giovanni da Fiesole, più noto come Beato AngelicoFra Angelico.

Il nome del beato domenicano è Giovanni di Fiesole anche se è meglio conosciuto come Beato Angelico. Nato alla fine del Trecento a Vicchio di Mugello, comune di poco più di ottomila anime all'interno dell'attuale Città Metropolitana di Firenze, fu battezzato con il nome di Guido. Assieme al fratello Benedetto, poi, entrò nel convento domenicano di Fiesole.

Preghiera, meditazione e studio erano la base per la sua predicazione attraverso l'arte: dipinse a Firenze, in tutta la Toscana, a San Pietro e nei palazzi vaticani per Eugenio IV e Niccolò V. Morì a Roma nel 1455 nel convento di Santa Maria sopra Minerva, dove sono conservate le sue spoglie.

Subito dopo la morte divenne noto con il nome di Beato Angelico e le sue “prediche in pittura” sono giunte fino a noi con questo nome.

Oltre al Beato Angelico, oggi si commemora anche il ricordo dei Santi Massimo, Claudio, Prepedigna, Alessandro e Cuzia, San Simeone di Gerusalemme, San Teotonio, Sant'Elladio di Toledo e Santa Esuperia di Vercelli.

 

Madonna col Bambino e Dodici Angeli

Se proprio vogliamo parlare di pietre miliari della musica mondiale, possiamo anche farlo senza dover obbligatoriamente andare nei meandri della storia.

Ci vengono incontro i famosissimi Rolling Stones, che appena quattordici anni addietro, il 18 febbraio 2006, concedono la loro superba musica in un concerto gratuito sulla spiaggia di Copacabana a Rio de Janeiro, di fronte ad un pubblico di un milione e mezzo di persone.

Forse vecchiotti, o forse “vintage”, sta di fatto che i Signori del Rock hanno dato saggio di piena conoscenza del palcoscenico e di come si calcano le quinte!

Li vediamo in una celebre (I Can't Get No) Satisfaction

Create Account



Log In Your Account