World Radio Day 2020

#WorldRadioDay2020 

È dal 3 novembre 2011 che l’UNESCO ha sancito questa data odierna, 13 febbraio, come Giornata Mondiale della Radio. Definita come “piattaforma per il discorso democratico” ed “un’arena in cui tutte le voci possono parlare”, il tema proposto per quest’anno è la “diversità“.

Sembra facile, musicalmente parlando, affrontare la diversità. I generi musicali, i ritmi, l’energia, i periodi: sono tutti fattori fondamentali di un brano, che ogni radio cerca di “catalogare” nel modo più particolare possibile, affinché il brano stesso rientri nella posizione più consona del palinsesto.

Sanremo 2020 ci ha offerto notevoli spunti di “diversità artistica”: il main topic del momento è il veronese Lauro de Marinis, in arte Achille Lauro, nella sua integrale vena artistica: “Me ne frego“, la strada, le cattive amicizie, o anche come lui stesso si è descritto “Sono stato una troia. Sono stato una santa. Sono la solitudine. Sono l’eleganza. Sono la moda. Sono quello che l’ha creata con due stracci”.

Però non solo Achille Lauro! “Perché Sanremo è Sanremo”, recitava lo slogan d’apertura nel 1995, e la kermesse musicale ha sfornato diversità di successo da sempre: a partire da Papaveri e Papere del 1949 di Nilla Pizzi, per poi proseguire con Non ho l’età (per amarti) di Gigliola Cinquetti nel 1964, senza ovviamente tralasciare Ciao amore, ciao del tanto allora discusso Luigi Tenco nel 1967.

Scomodando i giorni nostri, anche se il nome “Anni 60” fa pensare più agli evergreen e ad un amarcord della bella musica (indimenticabile) di quegli anni, i virgulti artistici approdano sul palco di Sanremo e, diversamente dai loro colleghi più anziani, vincono con alle spalle qualche talent show che li ha visti e/o sentiti (e lanciati). Marco Carta, Valerio Scanu, Giusy Ferreri, Noemi, Marco Mengoni, Emma, Annalisa (Scarrone), Francesca Michielin, Malika Ayane… e così via.

La diversità musicale si fonde “nella” diversità personale, ed in effetti il mondo dello spettacolo ci ha sempre fornito degli ottimi spunti di “diversità”.

Oggi la “diversità” è l’argomento di questa nona edizione della Giornata Mondiale della Radio, ed anche noi di Radio Italia Anni 60 Sardegna abbiamo voluto rendere omaggio alla “diversità”.

Create Account



Log In Your Account