8 gennaio

Il primo santo di questo 8 gennaio è San Severino Abate.

Nato intorno al 410 in Italia, Severino apparteneva ad una nobile famiglia romana.

Giunse nel 453 nel Norico (ora l'Austria). La sua austera vita fu però ricca di opere caritatevoli e politiche insieme: lavorò intensamente nella Rezia orientale, con capoluoghi ad Asturis (forse Zwentendorf an der Donau), Comagenis (Tulln), Favianis (Mautern an der Donau), Cucullis (Kuchl) e Iuvao (Salisburgo), Quintanis (Plattling, presso Osterhofen, in Baviera), Batavis e Boiotro (Passavia e Passau-Innstadt), Lauriacum (Lorch) e nuovamente a Comagenis e Favianis.

Con notevole abilità di organizzazione ed amministrazione, il monaco si occupò della cura sia religiosa sia materiale (dall'approvvigionamento alimentare al vestiario, fino alla liberazione di ostaggi in mano ai germani) della popolazione romana ivi residente e della difesa militare (comunque subordinata alla più fine diplomazia) contro i barbari Rugi che premevano ai confini orientali minacciando stragi e saccheggi. Con questo fiero popolo tentò invano più volte d'instaurare duraturi rapporti di pacifica convivenza.

Severino, che secondo le leggende agiografiche sarebbe stato capace di preveggenza, convertì i norici alla fede cristiana, fondò diverse chiese ed esercitò di fatto il potere nella grande regione oggi divisa tra la Germania meridionale (sud della Baviera) e l'Austria, giungendo ad imporre decime per il sostentamento dei poveri.

Severino, presto appellato apostolo del Norico, morì l'8 gennaio del 482 nel monastero di Favianis.

Assieme a San Severino, oggi ricordiamo Sant'Erardo di Ratisbona, San Massimo di Pavia, San Nathalan, San Paziente di Metz, Sant'Apollinare di Gerapoli, Santa Gudula ed i Santi Teofilo ed Elladio.

Avete presente gli anni '70... sì, li avete presente! Quelli che sto citando da un paio di giorni.

Ebbene, continuo a citarli, facendo un salto nel 1973, quando la grandiosa cantante statunitense Carly Simon riceve oggi  8 gennaio 1973 il Disco d'Oro per il singolo “You're so Vain”, avendo raggiunto il traguardo delle cinquecentomila copie dalla sua pubblicazione, avvenuta nel novembre 1972.

Beh, sapete che la nostra mitica Mina ne ha eseguito una bellissima cover nel 1985?

Create Account



Log In Your Account