29 novembre

Ecco uno di quei casi di “santi paradossali”, ovvero che sono un po' una contraddizione. Oggi si ricorda San Saturnino di Tolosa, che è il protettore delle corride... che non so da cosa debbano essere protette!

Saturnino nacque nel III secolo a Patrasso.

Di lui si parla nella Passio Saturnini, documento di un cronista anonimo risalente alla metà del V secolo. Secondo questo cronista Saturnino proveniva dall'oriente e stabilì la sua sede a Tolosa, della quale fu vescovo, ove, mentre scarsa era la presenza di cristiani, molto attivo era invece il culto pagano.

Saturnino avrebbe destato le ire dei pagani poiché, quando passava dinnanzi al tempio di Giove Capitolino, ove venivano sacrificati tori alla divinità, i responsi degli aruspici risultavano incomprensibili.

Dopo il suo rifiuto di sacrificare a Giove, sarebbe così stato legato al collo di un toro che, reso inferocito da pungoli vari, fuggì straziando le membra del povero vescovo cristiano. In questa maniera viene ritratto nella Legenda Aurea di Jacopo da Varazze, conservata a Parigi e risalente al XIV secolo.

Piamente sepolto da alcune donne cristiane, i suoi resti furono ritrovati nel VI secolo dal duca Leunebaldo che fece erigere sul luogo una chiesa a lui dedicata, Saint Sernin-du-Taur.

Oltre a San Saturnino, oggi ricordiamo anche San Demetrio di Veroli.

Un microprocessore ed un software. Presi così ed oggi, sono due normalissimi termini tecnologici, che non hanno alcun significato particolare. Ma se torniamo indietro di quarantaquattro anni, il significato è assai lungimirante! Due contrazioni dei termini daranno vita al nome della Software House più famosa al mondo: MicroSoft!

In una lettera a Paul Allen scritta oggi 29 novembre 1075, il poi famoso Bill Gates utilizza per la prima volta il nome MicroSoft. Si parlava di uno sviluppo di un linguaggio BASIC da applicare al computer Altair.

 

Create Account



Log In Your Account