24 novembre

Oggi annoveriamo una lunga lista di santi nel martirologio romano! La più acclamata è Santa Flora di Cordova, martire spagnola del nono secolo. È nata a Cordova, ove fu educata al cristianesimo alla morte del padre musulmano, anche se osteggiata dal fratello anch'esso di religione musulmana. Scappò di casa due volte, e fu comunque obbligata a farvi ritorno per ricatto.

Fu imprigionata e poi martirizzata. Si narra che il suo corpo inerme fu buttato nei campi, ma le bestie lo rispettarono e non se ne nutrirono.

Oltre a Santa Flora, oggi ricordiamo San Crisogono di Aquileia, Sant'Andrea Dung Lac e Compagni, San Flaviano di Ricina, San Protasio, Sant’Enfleda e Santa Firmina (o Fermina) di Amelia.

Le ricorrenze quotidiane che cito in questo spazio sono spesso inerenti il mondo della musica. Non per sminuire gli altri avvenimenti, ma solo per rimanere nel mio mondo ovattato di un hobby che mi porto appresso da sempre.

Oggi ce ne sono due, che rappresentano delle vere e proprie pietre miliari della storia della musica mondiale.

Torniamo (ovviamente) indietro negli anni '60, ed anzi a qualche anno prima: il 24 novembre 1958 un tale Richard Steven Valenzuela, che poi assunse il nome d'arte di Ritchie Valens, pubblica il suo primo singolo con i brani “Donna” e “La bamba”. A dire il vero, “La bamba” fu già pubblicato il mese prima, ma in questo singolo fu incisa una versione rock di grandissimo successo.

Esattamente otto anni dopo, ovvero il 24 novembre 1966, a Londra si tiene la prima sessione di registrazione per lo storico album dei BeatlesSgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band”. L'album vide la luce quasi un anno più tardi, il primo giugno 1967.

No Any widget selected for sidebar

Create Account



Log In Your Account