Special Earth, Wind & Fire

Quella Carezza della Sera, 27 novembre 2018

Radio Italia Anni 60 è un gigantesco serbatoio di emozioni, nel momento in cui i nostri amici editori di tutta Italia condividono lo slogan che ci identifica: siamo “la colonna sonora della nostra vita”. Una colonna sonora è, infatti, un’opera musicale che identifica (e ne fa pure parte) un altro prodotto artistico, e dunque deve essere particolarmente valida, affinché ricordi l’opera alla quale è legata.

Un’introduzione semi-wikipediana per sancire inequivocabilmente il valore di un termine, spesso logoro ed abusato, dato che è il termine più consono che possiamo utilizzare per aggettivare gli Earth, Wind & Fire.

Gli EWF, acronimo che molto spesso li ha identificati, nascono nel 1969 a Chicago: a parte l’ovvio riferimento agli anni ’60 e ’70, dove il pullulare delle produzioni musicali non fa altro che produrre nuove stelle, è d’obbligo citare la grande metropoli dell’Illinois che è anche patria dei Chicago (ovviamente), di Herbie Hancock (pianista jazz, funky e fusion), di Eddie Vedder (cantante dei Pearl Jam), di Anastacia (cantante), di Quincy Jones (musicista e produttore), di Lou Rawls (cantante), di Patti Smith (cantante), di John e Jim Belushi (cantanti dei Blues Brothers), e… ancora tanti altri nomi.

Altre due definizioni che vanno enunciate nel modo più semplice, sono un tassello fondamentale della storia degli EWF: Rock and Roll Hall of Fame Hollywood Walk of Fame. Quando si possono annoverare due riconoscimenti mondiali di tale spessore, si diventa di diritto “icona della musica”.

Possiamo anche elencare i 35 album pubblicati o i premi acquisiti nel corso dei loro anni di carriera, ma non sarebbe comunque un articolo esaustivo della loro incredibile performance artistica che è tuttora in auge. 

Gli Earth, Wind & Fire attraversano i generi più importanti della musica: dal Soul al Funk, passando per la Disco e l’R&B. Sebbene la nascita, come detto, sia collocata alla fine degli anni ’60, è nel ventennio successivo che riscuotono un incredibile successo con canzoni che segnano in modo inequivocabile il genere Disco Dance:

  • That’s the Way of the World (1975);
  • September (1978);
  • Boogie Wonderland e After the love has gone(1979);
  • Let’s Groove (1980);
  • Side by Side (1983);
  • Thinking of You (1987)

solo per citare alcuni brani che hanno fatto storia.

Così come nella storia è entrato Maurice White, leader e fondatore del gruppo, che nel 2016 è deceduto a Los Angeles. Sarebbe già sufficiente essere il leader di questo gruppo per annoverare un posto nella storia della musica, ma è bene ricordare che Maurice (ci permettiamo di dargli del tu solo per profonda ammirazione in un incredibile mondo artistico) è stato produttore anche di Barbra Streisand, The Emotions, Ramsey Lewis, Jennifer Holliday, The Tubes, Deniece Williams, e Neil Diamond. È colui che ha introdotto la Kalimba nei vari suoni dell’orchestra dei EWF.

Geronimo Carreras

No Any widget selected for sidebar

Create Account



Log In Your Account